Categoria: Climateca

Bibliografia per la giustizia climatica

n. 458 uno studio identifica l’inquinamento dell’aria

Dall’inizio del secolo, le morti globali attribuibili all’inquinamento atmosferico sono aumentate di oltre la metà, uno sviluppo che secondo i ricercatori sottolinea l’impatto dell’inquinamento come la “più grande minaccia esistenziale per la salute umana e planetaria”. I risultati, parte di uno studio pubblicato martedì su The Lancet Planetary Health, hanno rilevato che l’inquinamento è stato responsabile di...

n.824: Climate Change Damages: Una analisi comparativa del diritto al clima di Fiore Fontanarosa

Molti considerano i cambiamenti climatici come la più grande sfida del nostro tempo poiché le conseguenze, economiche ed ambientali, che essi producono sono enormi, nonostante persista un acceso dibattito circa il loro reale ed esatto impatto sulla società. In tale contesto le richieste di giustizia, da parte dei danneggiati, volte ad ottenere un risarcimento per i danni...

n.823 Letteratura selezionata per conoscere i problemi (ampiamente sottovalutati) del metano nell’emergenza climatica.

C’è molto da fare per comprendere meglio le implicazioni del cambiamento climatico del metano, una componente principale del gas naturale. Che il metano sia un potente gas serra non è una novità per molti lettori di questo sito. Ma è di nuovo prominente, sia come un contributo significativo al recente riscaldamento (causando circa il 25% di esso, ancora...

n.821: La Terra sta pensando per noi: una conversazione con Amitav Ghosh di Andrew Malmuth.

Intervista a Amitav Gosh, a proposito del suo ultimo libro “The Nutmeg’s Curse: Parables for a Planet in Crisis”. KYLE POWYS WHYTE scrive che, per le comunità indigene, come i suoi stessi popoli Potawatomi, non è raro guardare “al futuro dell’ingiustizia climatica dilagante guardando alla storia ciclica dei coloni e ad altre inflizioni coloniali del cambiamento ambientale...

n.820: Il caso morale per la distruzione delle infrastrutture dei combustibili fossili E d r e a s M a l m _

La tesi di Andreas Malm del “sabotaggio fossile” come dovere morale nell’emergenza climatica. La lotta per il clima è entrata in una nuova fase. È caratterizzato da una ricerca di tattiche diverse: qualcosa che non può essere ignorato così facilmente, una modalità di azione che interrompe il business as usual per davvero, un modo per tirare il...

n.818:Obbligazioni eco-legali: sugli obblighi di Veitch di Margaret Davis

Due termini di collegamento gestiti da  Obbligazioni  di Scott Veitch. Il primo è la radice latina ‘lig’, che fornisce l’idea centrale di  legare  al centro di un’obbligazione. ‘Lig’ appare non solo in obbligo, ma anche in legatura, legamento, legatura e religione (Veitch, 27). Ad esempio, Veitch cita Coca-Cola paragonando la ligazione dovuta dai soggetti alle legature che legano insieme il corpo e commenta che...

n.815 Una nuova geopolitica per l’Antropocene di Simone Dalby.

L’Antropocene richiede un ripensamento fondamentale del posto dell’umanità nel sistema Terra. Nel processo, i presupposti tradizionali della geopolitica, con i loro presupposti di spazi separati e popoli in rivalità su terre scarse, sono sostituiti da un focus sulla produzione di ecologie fiorenti come nuovi habitat pacifici per l’umanità. Geopolitica è un termine con connotazioni storiche preoccupanti. Alcuni...

n.814: 12 relazioni sui risultati della COP26 e le loro implicazioni

La COP26, la 26a riunione dei rappresentanti dei paesi che hanno firmato la Convenzione quadro delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici, si è conclusa settimane fa, il 13 novembre , e scienziati, politici, attivisti, giornalisti ed esperti si sono dati da fare per valutarne i risultati. A Glasgow sono stati raggiunti accordi potenzialmente rivoluzionari su centrali elettriche...